La pillola e gli altri contraccettivi ormonali
Gravidanza e Ginecologia

La pillola e gli altri contraccettivi ormonali


La pillola e gli altri contraccettivi ormonali

I contraccettivi ormonali non sono altro che dei farmaci che contengono nel loro interno, nella loro composizione degli ormoni femminili in grado di inibire fondamentalmente l'ovulazione della donna. Chiaramente nel momento in cui la donna non produce ovocita non può rimanere incinta. Tra questi contraccettivi ormonali la più conosciuta è la cosiddetta  pillola. Per pillola per antonomasia si intende una associazione tra estrogeni e progesterone in grado di inibire l'ovulazione della donna. Esistono però anche  delle alternative sempre ormonali alla pillola estroprogestinica che sono la pillola con il solo progestinico poi la spirale medicata al progestinico e anche dei bastoncini impiantabili sotto cutanei che consentono alla donna di fare una contraccezione che dura circa tre anni.


La pillola contraccettiva è sicuramente uno dei metodi più studiati, uno dei farmaci più studiato al mondo e da poco tempo ha compiuto i suoi 50 anni e nonostante le critiche che le vengono rivolte risulta sicuramente il metodo più efficace di contraccezione ed è uno tra i più utilizzati al mondo. TAra i suoi limiti chiaramente il metodo contraccettivo ormonale non protegge dalle malattie sessualmente trasmesse quindi questo è chiaramente il limite più grosso che è un farmaco così perfetto così studiato purtroppo non riesce a superare.


E quindi il consiglio che chiaramente vi do  è di utilizzare, soprattutto se siete ragazze adolescenti con la pillola estroprogestinica, che vi protegge per le gravidanze, anche un metodo di  barriera come il profilattico, che quantomeno vi protegge dalla gran parte delle malattie sessualmente trasmesse.

Invece in un rapporto di coppia stabile o in un matrimonio, la pillola è un metodo assolutamente semplice assolutamente affidabile e verosimilmente non esiste il problema chiaramente delle malattie sessualmente trasmesse.

Potrebbe interessarti anche Metodi contraccettivi naturali


VANTAGGI PILLOLA CONTRACCETTIVA

La pillola contraccettiva ha un'enormità direi di vantaggi intanto è un metodo assolutamente efficace nella prevenzione della gravidanza, inoltre regola il ciclo mestruale e addirittura rendendolo assolutamente regolare, migliora nelle donne che hanno la dismenorrea cioè la presenza di dolore durante le mestruazioni, migliora la problematica del dolore quindi rendendo la vita di queste donne assolutamente migliorata dal punto di vista della qualità e soprattutto anche donne che sono affette da patologie come per esempio l'endometriosi anche lì queste donne godono moltissimo di questo tipo di effetto, tra gli altri vantaggi la pillola ha un'azione assolutamente positiva sulla cute sugli arresti cutanei come il miglioramento dell'acne.

PILLOLA CONTRACCETTIVA E TUMORI

Altro effetto positivo della pillola è la prevenzione di alcuni tumori come il tumore all'utero e il tumore all'ovaio e dagli ultimi studi anche la prevenzione è la diminuzione dei sintomi di patologie autoimmuni come l'artrite reumatoide

quand'è che bisogna iniziare ad assumere la pillola anticoncezionale?

In realtà pur se molte ragazze iniziano ad avere rapporti liberi senza alcun tipo di contraccettivo, il nostro consiglio è sempre quello di iniziare fin dall'inizio cioè fin dai primissimi rapporti in modo da essere protette fin da subito perché purtroppo le adolescenti sono molto fertili e assistiamo chiaramente a un numero indesiderato di gravidanze, non volute.  

QUALI ESAMI FARE PRIMA DI ASSUMERE LA PILLOLA CONTRACCETTIVA?

Per quanto riguarda invece gli esami alle quali le donne devono essere sottoposte prima dell'assunzione della pillola ci sono delle opinioni controverse, in realtà oggi si ritiene che la cosa più importante sia l'anamnesi familiare cioè andare a vedere se i parenti diretti quindi genitori papà e mamma della donna nel corso della loro vita hanno avuto degli episodi di trombosi o  di ischemie o di infarti o di malattie cardiovascolari e solo in quel caso andare a studiare nella donna che deve assumere la pillola tutto il pannello della cosiddetta trombofilia cioè la tendenza che queste donne hanno a fare trombosi.


Un altro capitolo è quello della esclusione di una ipertensione arteriosa quindi basta misurare la pressione a queste donne che sono in procinto di assumere la pillola e poi fare una buona analisi personale cioè domandare con attenzione ascoltando bene se hanno avuto malattie o tumori ormonodipendenti quindi una donna per esempio con tumore alla mammella non può assumere la pillola oppure se sono gravemente obese in quel caso hanno un rischio cardiovascolare alto e la pillola purtroppo che se ne dica ha un minimo di effetto trombogeno e quindi non va assunta da tutte le donne. 

Se sono delle forti fumatrici anche lì dobbiamo da medici consigliare alla donna di smettere di fumare o di limitare fortemente l'uso della sigaretta intanto perché fumo fa male e fa venire il  cancro indipendentemente dalla pillola e poi perché l'associazione fumo pillola sicuramente è deleterio.

COMMENTA L'ARTICOLO


In cerca di una gravidanza? Compila il modulo e sarai ricontattata da uno Specialista della tua provincia.


 

2 ottobre 2020
Volare in gravidanza è rischioso?
Volare in gravidanza è rischioso?   Si può volare in gravidanza? Fino a che mese? Quali potrebbero essere le conseguenze per la mamma e per il feto?   La cosa più importante da ricordare è che l’aereo è un mezzo di trasporto sicuro e non ha controindicazioni in gravidanza.   Quindi si può prendere senza problemi, rispettand...
9 gennaio 2021
Quanto tempo trascorrono i vostri bimbi al cellulare
Quanto tempo trascorrono i vostri bimbi al cellulare Mio figlio ha 18 mesi e trascorre pochissimo tempo al cellulare , vede solo cartoni durante pranzo e cena e poi anche se acceso nessuno lo guarda . Niente cellulare ne telecomando. Il tempo che trascorre al cellulare mio figlio di  1 anno quasi e mezzo è poco o almeno lo usa solo per alcuni video da guardare, guardiamo i cartoni su...
30 novembre 2021
Pancreatite acuta: sintomi cause diagnosi e trattamento
Pancreatite acuta: sintomi, cause, diagnosi, trattamento, complicazioni e prevenzione. La pancreatite acuta è una condizione in cui il pancreas si infiamma (gonfio) in un breve periodo di tempo. Il pancreas è un piccolo organo, situato dietro lo stomaco, che aiuta la digestione. La maggior parte delle persone con pancreatite acuta inizia a sentirsi meglio entro circa una settimana...
Iscriviti alla Newsletter
e resta sempre aggiornato.


Le informazioni presenti nel sito in nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.
Ricordiamo a tutti i visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.
Eccomi Mamma - P.Iva 07143761216
Policy Cookies - Policy Privacy
Copyright © 2022 Tutti i diritti sono riservati
Realizzato da DueClick - Web Agency Torino
Facebook Instagram Youtube TikTok