Cosa può mangiare la mamma che allatta al seno
Gravidanza e Ginecologia

Cosa può mangiare la mamma che allatta al seno

Cosa può mangiare la mamma che allatta al seno

Oggi parliamo di alimentazione in allattamento perché è noto che c'è un po troppa ignoranza in questo campo ci sono diciamo dei preconcetti a volte anche culturali tante persone intorno a noi che ci fanno credere ciò che in realtà non è e quindi facciamo un pochino di chiarezza.


Si può mangiare tutto in allattamento? che cosa dobbiamo effettivamente evitare? Allora partiamo da un presupposto come effettivamente viene prodotto il latte perché se non capiamo questo non siamo neanche sicuri poi che determinati alimenti si possono mangiare oppure no e rimaniamo incerti.

Quindi come mio solito spieghiamo i perché. Allora il latte è un emoderivato, cosa significa, che viene prodotto dalla ghiandola mammaria che  è in effetti una ghiandola che filtra il sangue che le arriva e produce il latte quindi già solo attraverso questa piccola informazione è facile è intuibile che quello che la mamma mangia non finisce nel latte direttamente. 

Cosa succede che ovviamente io mangio il mio contenuto alimentare, nello stomaco viene digerito a livello magari intestinale ecc ecc vengono assorbiti i nutrienti degli alementi tipo le vitamine il ferro essenziali e si concentrano a livello ematico.

Ma facciamo un esempio molto pratico le lenticchie i legumi in generale i broccoli, tutto ciò che tende a fermentare un pochino nell'intestino quindi in fase digestiva e a noi se non siamo abituati crea magari della flatulenza  non significa che se io mamma lo mangio allora il mio bambino avrà mal di pancia. 

Perché? il mal di pancia tra virgolette se c'è è solo ed esclusivamente mio che ho il contenuto dello stomaco che viene digerito al bambino non vanno le lenticchie nel latte.

Che cosa succede? gli elementi che vengono estratti dalle lenticchie perché sono a livello nutrizionale appunto assorbite, a questo punto vengono concentrate a livello sanguigno e passo tutto ciò che di buono le lenticchie anno ok ovviamente non la parte fibrosa per esempio che quella carica intestinale potrebbe dare fastidio a lui. 

Questo è un esempio semplice che si può applicare in realtà a tutti gli alimenti. Quali alimenti effettivamente passano a livello sanguigno sono l'alcol quindi gli alcolici in generale ovviamente viene sconsigliato di bere alcol durante l'allattamento almeno finché l'allattamento è esclusivo quando l'allattamento non è più esclusivo e il bimbo effettivamente si nutre anche di altro è abbastanza grande e fa delle pause un po più lunghe tra una poppata e l'altra eventualmente si può rivalutare la situazione ma magari ne parliamo in un altro video un pochino più preciso.


Tu mamma che hai appena iniziato ad allattare e il tuo bimbo era allattato esclusivamente al seno sappi che a livello di alcol sarebbe meglio evitarlo perché la sua concentrazione cioè l'alcolemia a livello ematico ce l'abbiamo quindi oggettivamente l'alcol passa nel latte perché passa nel sangue.


Stessa cosa per teina, nicotina e caffeina, te e caffè non significa che bisogna evitarli perché in realtà passano in maniera minima nel sangue una percentuale bassissima quindi si calcola che due o tre razioni di caffeina/teina sono sopportabili all'interno della giornata. 

L'ideale è allattare o mentre si beve il caffè o subito dopo o subito prima perché ci vuole un attimino prima che appunto la caffeina venga trasportata all'interno del circolo sanguigno quindi anche a livello ematico ci vuole un attimino in più prima che la ghiandola effettivamente ne vada a estrapolare il latte da quel sangue ricco di caffeina quindi assolutamente si può bere caffè e tè attenzione però perché devo accumulare le razioni che vado ad assumere quindi se bevi un caffè la mattina se bevo un tè dopo pranzo e se ho bevuto la coca cola a pranzo esempi ho finito assolutamente le mie razioni compatibili con l'allattamento quindi non sottovalutiamo neanche questa cosa.


A livello di nicotina il fumo che non è un alimento ma ci tengo a precisarlo il fumo è assolutamente vietato in allattamento. Cosa cambia? che man mano che il bambino diventa grande e man mano che mamma e bambino si separano però ripeto questo è un discorso un surplus quello che bisogna stare attenti e tutto ciò che passa effettivamente a livello di circolo sanguigno quindi mamme sentitevi libere di mangiare legumi di mangiare le verdure di mangiare cioccolato di mangiare gli agrumi assolutamente l'ideale che la mamma in allattamento abbia una dieta varia e sostenuta quindi se vi rendete conto di non riuscire a mangiare bene perché ci sta benissimo una mamma non sempre ce la fa a cucinare dei pasti equilibrati ecco magari iniziate con un'integrazione multivitaminico vitamina D che vi aiuta in modo da sostenere un pochino le riserve che vanno a scarseggiare con una malnutrizione nel senso con una nutrizione che non è ottimale.

Leggi anche Quanto mangia un bambino al seno

 

Questa è una cosa che ovviamente andiamo incontro un pochino tutte perché ripeto nel momento in cui diventiamo mamme le cose da fare sono tanti i ritmi a cui adattarci sono tanti e diversi e quindi si rischia a volte di non mangiare molto equilibrato.

Questo potrebbe essere un problema ma non un problema in realtà sulla produzione del latte quindi tranquille la natura protegge sempre il più piccolo quindi il latte effettivamente verrà sempre prodotto sarà sempre completo a prescindere tra da quello che mangio cioè per arrivare ad avere un latte scarso a livello di vitamine dobbiamo essere parecchio carenti noi, la natura protegge sempre il bimbo è piuttosto le toglie alla mamma ma non al bimbo quindi nel latte vengono comunque portati tutti gli elementi che il bambino ha effettivamente bisogno.

Faccio solo una piccola parentesi per tutti gli alimenti galattogoghi cioè che stimolano la produzione di latte la mamma non li deve assumere normalmente quindi una mamma che allatta non per forza deve prendere gli integratori per aumentare la produzione di latte anzi è qualcosa di cui la mamma se la l'allattamento è stato avviato correttamente non avrebbe assolutamente bisogno ma si possono assumere in momenti particolari se ci sono delle problematiche altrimenti non sono necessari quindi ecco non bevete la tisana al finocchio perché fa più latte non bevete la birra perché fa più latte cercate di mangiare e bere bene in maniera equilibrata.

Io spero che questo video ti possa essere utile che possa anche sfatare un pochino determinati miti e che possa essere divulgato per permettere alle mamme di mangiare il sushi di poter bere esattamente quanto vogliono senza dover bere tre litri d'acqua e potersi mangiare broccoli e le lenticchie in tutta serenità e perché non concedersi anche un pezzettino di cioccolato ogni tanto che male non fa.     Io ti ringrazio ci vediamo prossimo video.

Irene Vaticano
Infermiera specializzata in allattamento e consulente babywearing.
Mi occupo anche di formazione per genitori, offrendo corsi online e consulenze per rendere la tua vita da neo-mamma (e non solo!) più semplice.

Sito internet ufficiale: https://irenevaticano.com/

Sei uno Specialista o un’azienda interessata ad entrare nel mondo Eccomi Mamma?
Compila il modulo, un nostro consulente ti contatterà nel più breve tempo possibile.


 

9 marzo 2021
I vantaggi della chirurgia robotica
I vantaggi della chirurgia robotica La chirurgia robotica si basa sull'utilizzo di un robot. Dovete immaginare che è una struttura che è costituita da quattro bracci, si possono utilizzare tutti e quattro o tre che consentono di eseguire l'intervento chirurgico in remoto.  Il primo operatore è seduto ad una consolle a distanza del tavolo operatorio e comanda questi br...
24 marzo 2021
Primi mesi translucenza nucale
Primi mesi translucenza nucale Ciao mamme vorrei un informazione la vostra ginecologa ve l’ha fatta fare la translucenza nucale i primi mesi del bimbo/a? La mia non me l’ha fatta fare e non so il perché... però qualche settimana fa ho fatto l’amniocentesi e la dottoressa mi ha chiesto per quale motivo non me lo avesse fatto fare dato che nella mia famiglia ho avuto...
7 novembre 2020
Dr. Luigi Caserta - Ginecologo
Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso la Seconda Università degli Studi di Napoli con il massimo deivoti e con lode in data 26 Luglio 2001.Specializzazione in Ginecologia ed Ostetricia conseguita presso la Seconda Università degli Studi di Napoli in data26/10/2006 della durata di anni 5.Dottorato di Ricerca in Scienze Ginecologiche (XXII ciclo) conseguito presso la Seconda...
Iscriviti alla Newsletter
e resta sempre aggiornato.


Le informazioni presenti nel sito in nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.
Ricordiamo a tutti i visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.
Eccomi Mamma - P.Iva 07143761216
Policy Cookies - Policy Privacy
Copyright © 2021 Tutti i diritti sono riservati
Realizzato da DueClick - Web Agency Torino
Facebook Instagram Youtube