Pancreatite acuta: sintomi cause diagnosi e trattamento
Salute Donna

Pancreatite acuta: sintomi cause diagnosi e trattamento

Pancreatite acuta: sintomi, cause, diagnosi, trattamento, complicazioni e prevenzione.

La pancreatite acuta è una condizione in cui il pancreas si infiamma (gonfio) in un breve periodo di tempo.

Il pancreas è un piccolo organo, situato dietro lo stomaco, che aiuta la digestione.

La maggior parte delle persone con pancreatite acuta inizia a sentirsi meglio entro circa una settimana e non ha ulteriori problemi. Ma alcune persone con pancreatite acuta grave possono continuare a sviluppare gravi complicazioni.

La pancreatite acuta è diversa dalla pancreatite cronica, in cui il pancreas è stato danneggiato in modo permanente dall'infiammazione per molti anni.


Sintomi di pancreatite acuta

Il sintomo principale della pancreatite acuta è un forte dolore che si sviluppa improvvisamente al centro della pancia.

Questo dolore doloroso spesso peggiora costantemente e può irradiarsi lungo la schiena.

Altri sintomi di pancreatite acuta includono:

sentirsi male (vomito)
diarrea
indigestione
una temperatura elevata di 38°C o più (febbre)
ingiallimento della pelle e degli occhi (ittero)
gonfiore della pancia
battito cardiaco accelerato (tachicardia)

Mangiare o bere può farti sentire peggio molto rapidamente, soprattutto se mangi cibi grassi.

Inclinarsi in avanti o rannicchiarsi a palla può aiutare ad alleviare il dolore, ma sdraiarsi sulla schiena spesso lo peggiora.

La pancreatite acuta causata da calcoli biliari di solito si sviluppa dopo aver mangiato un pasto abbondante. Se la condizione è causata dall'alcol, il dolore si sviluppa spesso da 6 a 12 ore dopo aver bevuto una quantità eccessiva di alcol.


Cause di pancreatite acuta
La pancreatite acuta è solitamente causata da calcoli biliari o dal consumo eccessivo di alcol, ma a volte non è possibile identificare la causa.

Calcoli biliari
I calcoli biliari sono piccole pietre che si formano nella cistifellea. A volte possono scatenare una pancreatite acuta se escono dalla cistifellea e bloccano l'apertura del pancreas.

Consumo di alcool
Non è del tutto chiaro come l'alcol faccia gonfiare (infiammare) il pancreas. Una teoria è che fa sì che gli enzimi all'interno del pancreas inizino a digerirlo.

Qualunque sia la causa, esiste un chiaro legame tra l'uso di alcol e la pancreatite acuta.

Si ritiene che anche il binge drinking – bere molto alcol in un breve periodo di tempo – aumenti il ​​rischio di sviluppare la pancreatite acuta.

Altre cause
Le cause meno comuni di pancreatite acuta includono:

danni accidentali o lesioni al pancreas, ad esempio durante una procedura per rimuovere calcoli biliari o esaminare il pancreas
un effetto collaterale di alcuni farmaci
virus come la parotite o il morbillo
il sistema immunitario attacca il pancreas (pancreatite autoimmune)

Pancreatite grave
Probabilmente hai maggiori probabilità di sviluppare una pancreatite grave se:

hai più di 70
sei obeso (hai un indice di massa corporea (BMI) di 30 o superiore)
bevi 2 o più bevande alcoliche al giorno
fumo
una storia familiare di pancreatite


Diagnosi di pancratite
La pancreatite acuta viene solitamente diagnosticata in ospedale, dove riceverai un trattamento e sarai monitorato per eventuali complicazioni.

Un medico ti chiederà dei tuoi sintomi e potrebbe verificare lo stato del tuo addome.

Faranno anche un esame del sangue e, a volte, una TAC, per confermare la diagnosi.

All'inizio, può essere difficile dire se la tua pancreatite acuta è lieve o grave. Sarai monitorato da vicino per verificare se ci sono segnali di problemi seri, come insufficienza d'organo.

Ulteriori test
Potresti dover eseguire ulteriori test per aiutare a determinare la gravità della tua condizione e valutare il tuo rischio di sviluppare complicanze più gravi. Questi possono includere:

una scansione TC - dove vengono eseguite una serie di raggi X per costruire un'immagine più dettagliata del pancreas
una scansione MRI - dove vengono utilizzati forti campi magnetici e onde radio per produrre un'immagine dettagliata dell'interno del tuo corpo
un'ecografia - in cui le onde sonore vengono utilizzate per creare un'immagine della cistifellea per rilevare i calcoli biliari e un'immagine del pancreas.


La pancreatite acuta viene curata in ospedale, dove sarai attentamente monitorato e somministrato un trattamento di supporto, come liquidi e ossigeno.

Le persone con pancreatite acuta lieve di solito iniziano a migliorare entro una settimana.Molte persone stanno abbastanza bene da lasciare l'ospedale dopo pochi giorni.

Quelli con pancreatite acuta grave possono sviluppare complicanze che richiedono un ulteriore trattamento e potrebbero dover essere ricoverati in un'unità ad alta dipendenza o in un'unità di terapia intensiva (ICU). Il recupero può richiedere molto più tempo da una pancreatite acuta grave e c'è il rischio che possa essere fatale.


Fluidi
Avere una pancreatite acuta può causare disidratazione, quindi i liquidi vengono somministrati per via endovenosa per prevenire la disidratazione.

Ossigeno
Per assicurarti che il tuo corpo riceva abbastanza ossigeno, potresti ricevere ossigeno attraverso tubi nel naso. I tubi possono essere rimossi dopo alcuni giorni una volta che le condizioni migliorano.

In caso di pancreatite acuta grave, è possibile utilizzare anche dispositivi di ventilazione per favorire la respirazione.

Antidolorifici
La pancreatite acuta spesso causa un forte dolore alla pancia, quindi probabilmente avrai bisogno di antidolorifici. Alcuni di questi possono farti sentire molto assonnato.

Se stai visitando qualcuno che è in ospedale con pancreatite acuta, non allarmarti o preoccuparti se appare assonnato o non risponde.

Potrebbe essere necessario assumere antibiotici in caso di infezione e pancreatite, ad esempio se si ha un'infezione toracica o urinaria.

Supporto nutrizionale
Se hai una pancreatite acuta lieve ma non ti senti o non stai male e non hai dolore alla pancia, di solito puoi mangiare normalmente.

Ma se la tua condizione è più grave, potresti essere consigliato di non mangiare cibi solidi per alcuni giorni o più. Questo perché cercare di digerire il cibo solido potrebbe mettere a dura prova il pancreas.

Se hai bisogno di evitare cibi solidi, potresti ricevere una speciale miscela alimentare liquida, con i nutrienti di cui hai bisogno, attraverso un tubo nella pancia (alimentazione enterale).

Trattare la causa sottostante
Una volta che la condizione è sotto controllo, potrebbe essere necessario trattare la causa sottostante.

Calcoli biliari
Se la pancreatite è causata da un calcolo biliare, potrebbe essere necessaria una procedura chiamata colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP), oppure potrebbe essere necessario rimuovere la cistifellea.

Se hai bisogno di un ERCP, avrai un tubo lungo e sottile contenente una fotocamera (un endoscopio) passato attraverso la bocca nella pancia. Questo è usato per aiutare a rimuovere i calcoli biliari.

L'intervento di rimozione della cistifellea può essere eseguito mentre sei in ospedale.

La rimozione della cistifellea non dovrebbe avere un grande effetto sulla salute, ma potrebbe rendere più difficile la digestione di determinati alimenti, come cibi grassi o piccanti.

Idealmente, la cistifellea dovrebbe essere rimossa entro 2 settimane dall'attacco di pancreatite.

Consumo di alcool
Dopo esserti ripreso dalla pancreatite acuta, dovresti evitare completamente l'alcol se questa è stata la causa della tua condizione.

Alcune persone con pancreatite acuta hanno una dipendenza dall'alcol e hanno bisogno di aiuto e supporto per smettere di bere. Se questo è il tuo caso, consulta un medico per ottenere aiuto.

Il trattamento per la dipendenza da alcol comprende:

consulenza individuale
gruppi di auto-aiuto, come Alcolisti Anonimi
prendendo un medicinale chiamato acamprosato che può ridurre il desiderio di alcol.


La maggior parte delle persone con pancreatite acuta guarisce senza ulteriori problemi. Ma quelli con pancreatite acuta grave possono sviluppare gravi complicazioni.

Pseudocisti
A volte, nelle persone con pancreatite acuta, possono svilupparsi sacche di liquido, chiamate pseudocisti, sulla superficie del pancreas.

Questi possono causare gonfiore, indigestione e dolore sordo alla pancia. Spesso scompaiono da soli, ma a volte possono essere infettati e potrebbe essere necessario drenarli.

Necrosi pancreatica e infezione
A volte le persone con pancreatite acuta grave possono sviluppare una complicazione in cui il pancreas perde l'apporto di sangue. Ciò può causare la morte di parte del tessuto del pancreas (necrosi).

Quando ciò accade, il pancreas può essere infettato, e l'infezione può diffondersi nel sangue (sepsi) e causare insufficienza d'organo.

Le persone con necrosi e infezione potrebbero aver bisogno di iniezioni di antibiotici e interventi chirurgici per rimuovere il tessuto morto.

Questa è una complicanza molto grave che deve essere trattata e può essere fatale.

Pancreatite cronica
Se continui a contrarre la pancreatite acuta, alla fine potrebbe danneggiare in modo permanente il pancreas.

Questa è chiamata pancreatite cronica ed è una condizione a lungo termine che può influire seriamente sulla qualità della vita.

La pancreatite acuta è spesso causata da calcoli biliari o dal consumo eccessivo di alcol. Uno stile di vita sano può ridurre le possibilità di sviluppare la condizione.

Prevenzione calcoli biliari
Il modo più efficace per prevenire i calcoli biliari è seguire una dieta equilibrata che includa almeno 5 porzioni di frutta e verdura fresca al giorno.

La tua dieta dovrebbe includere anche i cereali integrali, che si trovano nel pane integrale, nell'avena e nel riso integrale. Questo aiuta a ridurre la quantità di colesterolo nel corpo.

Poiché sembra esserci un legame tra avere il colesterolo alto e sviluppare calcoli biliari, dovresti evitare di mangiare troppi cibi grassi con un contenuto di colesterolo alto.

Essere in sovrappeso aumenta anche le possibilità di sviluppare calcoli biliari. Mantieni un peso sano seguendo una dieta equilibrata e facendo esercizio fisico regolare per ridurre il rischio di sviluppare la condizione.


Alcol
Puoi ridurre il rischio di sviluppare pancreatite acuta riducendo il consumo di alcolici. Questo aiuta a prevenire il danneggiamento del pancreas.

Ti consigliamo di:

non bere più di 14 unità a settimana
distribuisci il tuo consumo su 3 giorni o più se bevi fino a 14 unità a settimana
Un'unità di alcol è pari a circa mezzo litro di lager birra normale o una misura da pub (25 ml) di superalcolici. Un bicchiere di vino piccolo (125 ml) (ABV 12%) o un alcopop è di 1,5 unità.

Ricorda, se hai avuto una pancreatite acuta causata dal consumo eccessivo di alcol, dovresti evitarla completamente.

COMMENTA L'ARTICOLO


In cerca di una gravidanza? Compila il modulo e sarai ricontattata da uno Specialista della tua provincia.


 

10 dicembre 2021
Posso prendere la clorfenamina contro le allergie in gravidanza?
Posso prendere la clorfenamina contro le allergie in gravidanza? Clorfenamina (Piriton)-Altri marchi: Allerief, Hayleve, PollenaseSu questa paginaA proposito di clorfenaminaAspetti principaliChi può e non può assumere la clorfenaminaCome e quando prendere la clorfenaminaEffetti collateraliCome affrontare gli effetti collaterali della clorfenaminaGravidanza e allattamentoPrecauzioni ...
20 giugno 2021
Perché in estate non si svezza
Perché in estate non si svezza O si inizia prima dell’estate o dopo , perché facendo caldo il bimbo / a può rifiutare il nuovo cibo e può risultare più difficoltoso sia per la mamma che per il piccolo/a. Questa cosa non l’ho mai sentita. È vero che in estate fa caldo ma ormai tutti abbiamo i condizionatori. Se a casa la temperatura è f...
3 aprile 2021
Neonati e coliche
Neonati e coliche Ciao mamme!!! La mia bimba di 3 settimane ha iniziato ad avere le coliche, la sera per 1 ora 2 piange inconsolabile, poi si addormentavo mezz’ora, poi si sveglia e mangia tranquillamente. ho provato con mylicon ma non vedo risultati. Avete consigli? È allattata esclusivamente al seno. Ciao prova con colimil è un po’ meglio... io gli davo 20 gocce alla ...
Iscriviti alla Newsletter
e resta sempre aggiornato.


Le informazioni presenti nel sito in nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.
Ricordiamo a tutti i visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.
Eccomi Mamma - P.Iva 07143761216
Policy Cookies - Policy Privacy
Copyright © 2022 Tutti i diritti sono riservati
Realizzato da DueClick - Web Agency Torino
Facebook Instagram Youtube TikTok