Intervista infertilità di coppia Dottor Antonio Scotto

Intervista infertilità di coppia Dottor Antonio Scotto

Dottor Antonio Scotto ben trovato Lei tiene a battesimo questo primo appuntamento con Eccomi Mamma un format web televisivo in cui ci occuperemo della salute della donna in tutti i suoi aspetti. Oggi parleremo di infertilità di coppia in particolare dal punto di vista femminile.

All'epoca delle nostre nonne a 18 anni avevano già il primo figlio, oggi si ricerca una prima gravidanza certamente superati i 35.

Purtroppo la donna è soggetta a una cosa che si chiama orologio biologico ed è un orologio al quale noi non possiamo portare le lancette indietro quindi questo che cosa comporta? Comporta il calo della probabilità di gravidanza. Lei deve pensare che in una coppia giovane ventenne che non hanno problemi ad avere una gravidanza, la probabilità che ciò avvenga è di circa il 35 per cento al mese quindi non è una percentuale sommabile, però questo significa che nell'arco di un anno di rapporti potenzialmente fecondanti questa coppia riesce ad avere una gravidanza.

La stessa coppia ha 43 anni, la donna a 43 anni, ha più o meno il 4 per cento di probabilità di avere una gravidanza con il 2 per cento di aborti perché superati i 37. 38. 39 anni di età. l'80 per cento degli embrioni che si formano o da un rapporto spontaneo o da una fecondazione assistita, sono embrioni aneuploidi si dice cioè sono embrioni che non hanno un corretto assetto cromosomico e quindi questo porta o ad una mancata gravidanza o a un aborto.

Rispetto al desiderio forte e lo so che la domanda magari e poco scientifica che gioco ha l'ansia, questo desiderio impellente di avere un figlio e il figlio non arriva.

L'ansia certamente gioca su una cosa fondamentale, sulla scelta errata di come muoversi. Io vedo che ci sono pazienti che si appigliano a tutto e questo è molto figlia dell'ansia la cosa più semplice sarebbe affidarsi con fiducia, mi scusi il gioco di parole, ad un esperto.

E con l'esperto magari si sente chiedere dottore cosa devo mangiare per rimanere incinta che tipo di vita devo svolgere da adesso in poi affinché ciò accada.

Allora guardi le dico, certamente i pazienti devono avere una igiene di vita quanto più corretta possibile, quindi evitare il fumo, evitare di stare molto tempo con i telefonini che comunque hanno una interferenza e per la dieta pare che una dieta particolarmente proteica possa aiutare le donne ad avere una gravidanza, questo almeno da alcuni studi scientifici.

Ci sono anche degli integratori da poter prendere?

Ci sono certamente degli integratori che sono diversi a seconda del tipo di patologia che possa avere la paziente o il paziente maschile.

Cè anche la storia familiare che incide in qualche modo?

Guardi la storia familiare anche quella personalmente credo che sia relativa, è importante forse sull'eventuale età della menopausa, quello può essere un segnale e ci può indirizzare sull'eventuale decisione da un punto di vista clinico e poi terapeutico.

Lei lo ha detto all'inizio dell'intervista ciò che conta non è essere riusciti ad aspettare un bambino ma avere il bimbo in braccio, ci sono delle complicanze durante il percorso?

Assolutamente si, una cosa è la percentuale, la cosiddetta pregnancy rate, cioè la percentuale di gravidanza quindi dell'esame della beta HCG positiva e un'altra cosa è la percentuale del bambino in braccio. Nel corso poi della gravidanza si possono avere tutta una serie di complicanze che possono portare ad un aborto, possono portare ad altre cose.

Lei ha studio a Napoli e in altre città d'Italia, nota delle differenze regionali rispetto la difficoltà ad avere una gravidanza o le donne Italiane vivono tutte la stessa situazione?

Allora diciamo che ce una grossa differenza socio culturale, nel senso che ci sono zone in cui il senso della carriera è molto più forte rispetto al desiderio di gravidanza o dove il programmare il tutto poi porta a delle grosse difficoltà ad aver una gravidana.

Ci sono molto spesso, mi capita di dovermi confrontare con pazienti che hanno programmato tutta la propria vita quindi poi decidono che a una determinata età vogliono un figlio, il problema è che molto spesso questa è particolarmente alta e quindi la percentuale, la possibilità di avere una gravidanza è certamente minore.

Grazie Dottore speriamo di riaverla con noi.

Sono io che la ringrazio e spero di incontrarci quanto prima.

Pagina Facebook UfficialeFacebook.com/DrAntonioScottoGinecologo

DOVE VISITA: NAPOLI - POZZUOLI - ROMA 

Sei uno Specialista o un’azienda interessata ad entrare nel mondo Eccomi Mamma?
Compila il modulo, un nostro consulente ti contatterà nel più breve tempo possibile.


 
Iscriviti alla Newsletter
e resta sempre aggiornato.


Le informazioni presenti nel sito in nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.
Ricordiamo a tutti i visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.
Eccomi Mamma - P.Iva 07143761216
Policy Cookies - Policy Privacy
Copyright © 2020 Tutti i diritti sono riservati
Realizzato da DueClick - Web Agency Torino
Facebook Instagram Youtube